Guerra di pace

 

Occhi spenti di rinuncia

Occhi accesi di speranza

Cosa stai guardando?

Cosa stai provando?

 

Nessuno sembra pronto a tendere la mano a un mondo pieno di lacrime amare

Che pochi san vedere

Accecati dall'egoismo in una guerra dove i vincitori non sono mai esistiti.

Sono qui per resistere

perché voglio essere un canto di libertà

Quella che nei libri

non ha bisogno di pietà

 

Meglio ignoranti, meglio non capire, ciechi, sordi e muti si vive più felice

Dite voi, eppure è l'ignoranza che ci ha sottomessi.

Dimmi ora che cambio pretendi di ottenere se confondi vivere con sopravvivere, essenza

con apparenza, presenza con assenza, distruzione con creazione.

 

Non parlarmi di amore o di religione quando tieni un'arma in mano

Stai solo mentendo, è l'odio che provi dentro, la brama di potere, è il tiranno che vuoi

essere.

 

Quanti cuori salveremmo se insieme riuscissimo a lottare dimenticando la paura,

facendolo insieme per noi e per gli altri, per chi non c'è più e per chi domani ci sarà.

 

Le favole dicono che il bene vince sempre sul male

E allora scusa se continuo a sognare

Ma io questo mondo lo voglio davvero salvare.

Rikki P. è lo pseudonimo di una giovane scrittrice nata nel 1996. Nel 2017 ha pubblicato il suo primo romanzo "Ora come mai", è diplomata in lingue e ha una passione per lo spagnolo.

Principali esperienze

Esordisce con “Ora come mai”, nel 2017.

Collettivo di arte contemporanea